News

Novità per te dal mondo Dreamed

I Peptidi: cosa sono e perché sono utilizzati nei cosmetici

I peptidi sono sostanze di sintesi, formate da due o più amminoacidi. Quando gli amminoacidi si uniscono in una certa formazione creano specifici peptidi, e quando questi ultimi si uniscono a loro volta, creano specifiche proteine. I peptidi dunque, possono essere definiti frammenti di proteine. Vengono presentati ed utilizzati in cosmesi in svariate "declinazioni-numeriche attive”, volte ad identificarne la quantità e la tipologia di aminoacidi-peptidi che li caratterizzano e compongono (tra essi: Argirelina, Alanina, Isoleucina, Lisina, Serina, Valina, ecc…). Il motivo per cui sono molto sfruttati nella cosmetica è la loro efficace azione anti-aging (anti-invecchiamento). 

 

Ogni peptide ha una sua funzione più o meno specifica, ma la più interessante è quella di essere sostanze messaggere. Sulla superficie di tutte le cellule del corpo umano, si trovano delle strutture composte da zucchero (polisaccaridi) che hanno la funzione di recettori. I recettori sono in grado di captare le sostanze messaggere e trasmettere al nucleo della cellula il “messaggio” che esse contengono.

Un esempio: i fibroblasti sono le cellule che hanno il compito di produrre collagene ed elastina, proteine fondamentali per l’elasticità e la compattezza della pelle. Nel caso in cui un peptide venga captato da un recettore posto sopra ad un fibroblasto, può stimolare e aumentare la produzione di queste due proteine, andando così a migliorare la struttura e l’aspetto della pelle. Ed è proprio questa una delle azione cosiddette anti-aging.

Tra i peptidi più utilizzati in cosmesi, spiccano per efficacia gli esapeptidi. Sono peptidi formati da sei amminoacidi e sono caratterizzati da proprietà attive ad effetto volumizzante e “miorilassante” profondo sulla pelle, per questo motivo vengono definiti “Boto-simili“.
Sono considerati una valida alternativa, pur sempre cosmetica, alle terapie mediche iniettive; trovano applicazione per il contrasto delle rugosità di tipo cosiddetto Intrinseco-Aging, che si presenta con l’avanzare dell’età, ed Estrinseco-Fotoaging, conseguente ad una genesi legata a fattori ambientali negativi.
 

Negli ultimi anni, sono stati svolti precisi studi e valutazioni sugli effetti di questi Esapeptidi, consigliando sia ad uomini che a donne, l’applicazione di appositi cosmetici due volte al giorno per un periodo di trenta giorni; i risultati ottenuti permettono di affermare che (alla fine del trattamento), è possibile notare una evidente riduzione di rughe della fronte, nonché di quelle peri orbitali e peribuccali. Normalmente le rugosità fini e superficiali hanno risposto in modo migliore, mentre quelle causate dalla contrazione dei muscoli di espressione appaiono in ogni caso alleggerite.
 

Oltre che per l’invecchiamento del viso, queste sostanze trovano largo impiego nel post-diete dimagranti, e nella perdita di tonicità del tessuto del corpo conseguente al trascorrere degli anni e/o alla “forza di gravità”. Per questi fini esistono svariate formulazioni cosmetiche mirate a donare un seno sodo, glutei rotondi, zigomi alti, labbra carnose.