News

Novità per te dal mondo Dreamed

PTOSI MAMMARIA: cause, classificazione e rimedi

Con "ptosi mammaria", comunemente chiamata “seno cadente”, in medicina si intende il graduale spostamento verso il basso della mammella, con capezzolo che – nei casi più gravi – punta verso il basso. Spesso sulle mammelle compaiono anche smagliature.

La ptosi è tipica dell’invecchiamento, anche se sono possibili alcune forme giovanili che tendono a presentarsi fin dai 25 anni. La condizione è favorita da:

  • età avanzata (> 40 anni);
  • sovrappeso o obesità;
  • mammelle di grandi dimensioni ricche di tessuto adiposo;
  • varie gravidanze;
  • fumo di sigaretta;
  • recenti perdite/guadagni repentini di peso corporeo;
  • vita sedentaria;
  • pelle poco elastica;
  • dieta scorretta;
  • recente allattamento;
  • famigliarità (madre con ptosi mammaria);
  • menopausa (> 50 anni);

 

La gravità della ptosi viene generalmente distinta in 3 gradi:

  • assenza di ptosi: i capezzoli sono ad una distanza di due tre centimetri al di sopra del solco mammario;
  • grado I (ptosi mammaria lieve): i capezzoli si trovano all’altezza del solco sottomammario e la distanza tra solco mammario e la parte bassa del seno è di 1-2 cm;
  • grado II (ptosi mammaria moderata): i capezzoli si trovano al di sotto del solco sottomammario e la distanza tra solco mammario e la parte bassa del seno è di 2-4 cm;
  • grado III (ptosi mammaria severa):  i capezzoli non solo si trovano al di sotto del solco sottomammario, ma guardano anche verso il basso e rappresentano la parte più bassa della mammella. La distanza tra solco mammario e la parte bassa del seno è superiore a 4 cm.

 

La pseudo ptosi consiste nell’abbassamento del seno in cui però i capezzoli non siano scesi al di sotto del solco sottomammario.

In caso di ptosi di primo grado (lieve), la situazione può migliorare grazie ad una tecnica di medicina estetica: la radiofrequenza monopolare, metodica non invasa che mira al miglioramento dell’elasticità, tonicità e della tensione cutanea.
In caso di ptosi di 2° o 3° grado (moderata o severa), spesso l’unico sistema realmente efficace per combattere la ptosi è la chirurgia estetica.

 

Per prevenire la ptosi, ecco alcuni suggerimenti:

  • evitare perdite/guadagni repentini di peso;
  • smettere di fumare;
  • evitare sovrappeso ed obesità;
  • alimentarsi con una dieta adeguata e bere molta acqua;
  • fare esercizi per potenziare i muscoli pettorali;
  • scegliere sempre un reggiseno di qualità, con la giusta imbottitura, in grado di supportare le mammelle.