News

Novità per te dal mondo Dreamed

RADIOFREQUENZA NON ABLATIVA

Nel panorama dei trattamenti di medicina estetica, stanno prendendo sempre più piede quelle che sono le tecniche di trattamento non invasive. Queste metodiche, hanno l’obbiettivo di non andare a modificare o stravolgere l’aspetto dei pazienti che vi si sottopongono; mirano piuttosto a ripristinare dei meccanismi biochimici, che vengono meno a causa del processo di invecchiamento. Con il passare degli anni,  la nostra pelle va incontro ad una serie di modifiche strutturali, che si traducono con la comparsa di tutti quelli che sono i segni tipici del tempo. Un deficit della microcircolazione superficiale, altera quelli che sono i normali  meccanismi di nutrimento, ossigenazioneriparazione e detossificazione del tessuto, comportando un rallentamento di tutte le attività metaboliche.

La radiofrequenza non ablativa, rappresenta un esempio di tecnologia per il ringiovanimento e il rassodamento cutaneo, sicura ed indolore, in grado di ripristinare le normali attività cutanee e la sintesi di collagene e acido ialuronico. Tramite appositi manipoli con cui l’operatore massaggia delicatamente la cute del paziente, ai tessuti viene applicata energia elettromagnetica che modifica le cariche elettriche cellulari.  La naturale resistenza della cute al movimento degli elettroni cellulari determina la produzione di calore endogeno, biocompatibile e localizzato. A seconda della frequenza del campo, varia poi la profondità di penetrazione nei tessuti: più bassa è la frequenza maggiore è la profondità di penetrazione, tendenzialmente l'azione si localizza a livello dermico e ipodermico.

Nell’immediato, l’azione del calore sul reticolo dermico pre-esistente e destrutturato, comporta una riorganizzazione tridimensionale delle fibrille stesse, che risulteranno più corte e più spesse; questo fenomeno si traduce in un aumento della consistenza del derma e in un marcato effetto tensorio. Sul lungo termine, l’effetto biologico del calore prodotto dalla radiofrequenza determina l’incremento dell’ossigenazione tissutale, un maggior apporto di sostanze nutritive, il drenaggio di cataboliti e tossine ed una stimolazione del microcircolo locale.

A livello di viso e collo questo si traduce in una riduzione della lassità cutanea con ridefinizione dell’ovale, una attenuazione delle rughe e un notevole miglioramento del colorito e della luminosità. Il trattamento si rivela poi molto efficace anche a livello del corpo: già dopo le prime sedute, si noterà una riduzione del rilassamento e delle ptosi cutanee. Per la sua azione drenante e di azione a livello microcircolatorio, la radiofrequenza rappresenta inoltre un valido aiuto nel contrastare inestetismi quali pelle a buccia d’arancia e cellulite.